Passa al testo principale

Europa

2019/Feb/14

Nitto Belgium sposta 500 container dal trasporto stradale a quello fluviale attraverso il deposito di Maersk presso il porto di Genk

Nitto Belgium ha sede nei pressi del Canale Alberto di Genk, in Belgio. Dal 14 febbraio 2019 tutti i container in partenza dal Giappone e diretti in Belgio attraverso il porto di Anversa saranno trasportati lungo il Canale Alberto fino al deposito di Maersk presso il porto fluviale di Genk.

Marc Bielen, General Manager della supply chain di Nitto spiega: “La sede della nostra azienda si trova a soli 5 minuti dal porto fluviale di Genk. Riceviamo circa 10 container a settimana: arrivano in nave al porto di Anversa, quindi percorrono gli ultimi 100 km su strada, a bordo di autocarri. Grazie alla collaborazione con Maersk, questi container viaggiano ora lungo il Canale Alberto fino al porto fluviale di Genk. In questo modo oltre 500 container all’anno non saranno più trasportati su gomma”.

Nitto Belgium e Maersk collaborano da 25 anni. Nitto era alla ricerca di una soluzione più sostenibile e più affidabile per queste spedizioni, così ha analizzato la situazione con Maersk, che ha accettato di aprire un deposito presso il porto di Genk.

Samia El Moutaouakil, Business Development Executive per la divisione Inland-North West Continent di Maersk ad Amburgo commenta: “Vogliamo offrire ai nostri clienti delle soluzioni personalizzate, adeguate alla loro supply chain”. La logistica interna ha un ruolo importante in questo servizio. Maersk ha già investito molto nella propria “presenza interna”, in particolare nel Benelux, perché si tratta di un mercato molto attivo, aperto a soluzioni creative e sostenibili. Con l’apertura di un deposito nel porto fluviale, ora colleghiamo Genk con il resto del mondo”.

Wesley Mazzei, Managing Director del porto di Genk dichiara: “Ci fa molto piacere che Maersk, una delle più importanti aziende di logistica integrata per container al mondo, abbia deciso di aprire un deposito presso il porto di Genk con la collaborazione di Nitto. Credo che questa cooperazione si rivelerà vantaggiosa per tutti i partner e i clienti finali e penso che Nitto ne possa trarre grandi vantaggi, così come la mobilità nelle Fiandre”.

Marc Bielen: “Con questi 500 container siamo solo all’inizio”. Oltre all’importazione di merci dal Giappone abbiamo anche l’esportazione di prodotti finiti dal nostro stabilimento produttivo di Genk verso il resto del mondo. L’esportazione verso gli Stati Uniti è già cresciuta molto rispetto a questo numero iniziale di container”.

La sostenibilità è un aspetto importante della strategia aziendale di Nitto Belgium. L’azienda ha già investito in un impianto di cogenerazione per produrre l’energia elettrica di cui ha bisogno; il calore generato viene riutilizzato nello stabilimento produttivo. In tutti gli uffici si utilizza l’energia elettrica ecologica generata da inseguitori solari ad alta efficienza”.

Avviso
Ecco le informazioni fornite nel giorno del rilascio. Tali informazioni potrebbero essere diverse da quelle riportate da altri media. Tenetene conto

Torna ad inizio pagina