Passa al testo principale

Cerotto transdermico per il trattamento dell'asma

Capitolo 1: Il primo cerotto transdermico al mondo per il trattamento dell'asma

Il nastro Hokunalin® sviluppato congiuntamente da Abbott Japan Co., Ltd e Nitto Denko nel 1988, è stato il primo cerotto transdermico al mondo per il trattamento dell'asma. Lo strato adesivo del nastro contiene tulobuterolo, un farmaco che dilata i bronchi facilitando la respirazione a chi soffre d'asma. Quando si applica il cerotto sulla pelle, il farmaco penetra all'interno e viene assorbito, entrando nel flusso sanguigno attraverso i capillari e diffondendosi in tutto il corpo. Si tratta del medesimo effetto che si può ottenere con un'iniezione, ma non richiede l'uso di un ago.
Diversamente dalle formule convenzionali per bocca e per inalazione, il nastro Hokunalin® offre il vantaggio di controllare in modo adeguato la concentrazione del farmaco nell'organismo. Gli utenti possono quindi tenere sotto controllo gli attacchi di asma, che spesso si presentano al mattino, e al tempo stesso si riduce notevolmente il lavoro degli operatori sanitari.
Lo sviluppo di questi cerotti è durato 11 anni ed è stato denso di difficoltà.

Nastro Hokunalin®

Capitolo 2: Ottenere la somministrazione controllata del farmaco ha rappresentato la sfida principale

Il meccanismo con il quale i farmaci vengono somministrati all'organismo grazie al cerotto transdermico.

La progettazione di cerotti transdermici è un'area in cui Nitto Denko ha grande esperienza. Nel 1983 avevamo già sviluppato un cerotto transdermico per prevenire l'insorgenza dell'angina.

Con le formule transdermiche convenzionali, i farmaci venivano continuamente immessi nell'organismo per lunghi periodi. Gli sviluppatori volevano realizzare un prodotto più avanzato, in grado di erogare il dosaggio opportuno al momento giusto per il trattamento dell'asma.
In molti casi gli attacchi di asma si verificano a orari ricorrenti, ad esempio la mattina presto. Sviluppando un sistema di erogazione del farmaco in grado di fornire la quantità ottimale in quei momenti (un sistema di erogazione intelligente) sarebbe stato possibile migliorare notevolmente la qualità della vita dei pazienti affetti da asma.
Per raggiungere questo obiettivo occorre però controllare con precisione la velocità di rilascio del farmaco. Ma questo si è rivelato estremamente difficile.

Capitolo 3: È stata necessaria molta tenacia per risolvere il problema del controllo del contenuto di farmaco e della sua concentrazione

La velocità di rilascio del farmaco è determinata da complesse relazioni tra il tipo di adesivo utilizzato, lo spessore del rivestimento adesivo e il contenuto e la concentrazione del farmaco contenuto nell'adesivo. Inoltre, i tipi di adesivo utilizzabili nelle applicazioni mediche sono limitati, quindi è inevitabilmente necessario controllare la velocità di rilascio lavorando sul contenuto e sulla concentrazione del farmaco.
In assenza di una soluzione rivoluzionaria al problema, l'unico modo sarebbe stato quello di realizzare dei campioni con varie combinazioni, in un processo basato su tentativi ed errori. Oggi è possibile ricorrere alle simulazioni al computer per alcune fasi del processo, ma all'epoca non avevamo questa possibilità. Abbiamo provato ogni combinazione e indagato ogni singola possibilità.
Alla fine, dopo molti anni di duro e scrupoloso lavoro, l'obiettivo è stato raggiunto utilizzando un meccanismo grazie al quale una parte del farmaco presente nell'adesivo rimaneva in uno stato cristallino mentre il resto veniva mantenuto disciolto. Questa tecnologia esclusiva è stata poi applicata alla realizzazione di altri nastri adesivi.
Per poter commercializzare questo prodotto, tuttavia, l'azienda ha dovuto sviluppare una tecnologia avanzata di lavorazione. Nel processo di fabbricazione del cerotto transdermico era necessario tenere costante lo spessore dello strato adesivo a 20 μ (0,02 mm). Poiché il prodotto era destinato alle applicazioni mediche non erano ammesse variazioni della qualità e in fase di fabbricazione era necessario controllare lo spessore del nastro con una tolleranza di ±2 μm (0,002 mm).
Non è esagerato affermare che la tecnologia di spalmatura di precisione è il vero segreto del successo nella commercializzazione di questo prodotto.

Una tipica situazione in cui possiamo vedere il tipo di esperimenti ripetutamente effettuati nella fase di sviluppo.

Capitolo 4: Non si può riuscire, se non si prova

Per raggiungere i propri obiettivi è necessario riflettere molto bene e poi tradurre le idee in azioni, ripetendo il processo ogni volta. Fondamentalmente, la produzione è un processo che richiede di sporcarsi le mani e comporta sudore e lacrime. Non c'è proprio nulla di affascinante in tutto questo. Questo probabilmente è uno dei motivi per cui il successo, quando alla fine lo si raggiunge, è così piacevole.
A volte si può avere la sensazione di essere davanti a un muro di mattoni, ma quando le cose sembrano non funzionare bisogna semplicemente prendere l'iniziativa e provare a fare qualcosa di diverso. Non si risolve nulla rimanendo seduti alla scrivania.
I migliori prodotti del mondo non si materializzano improvvisamente grazie a qualche idea rivoluzionaria. Lo sviluppo del nastro Hokunalin® ci insegna molto a proposito di quanto sia importante provare continuamente diverse idee e combinazioni.

Contattaci

Business Hours (WET)
8:00h-17:00h(Except for Sat, Sun, and Holidays)

Torna ad inizio pagina