Passa al testo principale

Tecnologia di formazione della porosità

La tecnologia di formazione della porosità induce le sostanze polimeriche a sviluppare schiuma e numerosi pori. Nitto Denko ha sviluppato la tecnologia di formazione della porosità per svariati materiali. Con le altissime tecnologie sviluppate soprattutto nei settori della formazione di membrane e della modificazione delle sostanze, Nitto Denko realizza prodotti con caratteristiche di separazione e permeazione dell'aria, come le membrane per il trattamento delle acque e i filtri per l'aria.
I materiali espansi utilizzati nelle automobili, nei componenti elettrici e in altri prodotti vengono realizzati anche grazie alla tecnologia per la formazione della porosità e hanno funzioni di ammortizzazione, impermeabilità e tenuta.

Tecnologia della membrana di separazione

I metodi di produzione delle membrane ultrafiltranti (UF), di quelle microfiltranti (MF) e di altre membrane di separazione polimeriche comprendono approcci basati sulla separazione di fase, l'orientamento e l'incisione. Nitto Denko produce membrane UF di polisolfone ricorrendo a un tipo di separazione di fase chiamata separazione di fase indotta da non-solvente (non-solvent-induced phase separation, NIPS). Come si può vedere nell'illustrazione che segue, la separazione di fase avviene quando si utilizza un non-solvente per realizzare una soluzione per la formazione di una membrana a base di polisolfone e di un solvente, determinando la formazione di una struttura multiporosa.

Tecnologia di espansione

Sottoponendoli all'espansione, è possibile attribuire ai polimeri numerose proprietà e caratteristiche, come flessibilità, assorbimento degli urti, isolamento termico, isolamento acustico e insonorizzazione, oltre a ridurne il peso. Normalmente si usano numerosi agenti di espansione e l'espansione avviene introducendo meccanicamente o per decomposizione chimica i gas di un agente espandente.
Modificando tale agente e il metodo di espansione è possibile controllare le dimensione e il volume delle bolle d'aria, e anche la loro struttura.

Tecnologia della pellicola porosa fluoroplastica

Le fluoroplastiche (come ad esempio il PTFE), che costituiscono la materia prima delle sostanze multiporose, sono caratterizzate da rapida fibrillizzazione se si applica una leggera sollecitazione di taglio, sufficiente a provocare la formazione di fibrille (esili fibre). Quando queste fibre si uniscono e si intrecciano, si forma una struttura multiporosa (membrana).
Normalmente, le membrane multiporose fluoroplastiche si formano con un metodo noto come "orientamento", per consentire la separazione e la disposizione delle fibre. Una tecnologia per la creazione dei pori a partire dalle fibre è quella dell'orientamento biassiale della fluoroplastica in direzione longitudinale e latitudinale con alto ingrandimento, che consente la formazione di pori con precisione nelle fibre microscopiche.

Contattaci

Business Hours (WET)
8:00h-17:00h(Except for Sat, Sun, and Holidays)

Torna ad inizio pagina