Passa al testo principale

Impegno per la gestione della continuità del business (BCM)

Continuare le attività di business malgrado i tanti rischi che incombono sul Gruppo e relativi a business, società, ambiente e situazioni critiche.

Ambito delle politiche e delle attività di base.

Ambito delle politiche e delle attività di base.
  • Rispetto per la vita umana
    Porremo la massima priorità nel garantire la sicurezza e l'assistenza dei dipendenti e delle loro famiglie.
  • Prevenzione di disastri secondari
    Opereremo per la prevenzione di disastri secondari quali incendi o perdite di solventi, sforzandoci di evitare disagi alla comunità locale.
  • Responsabilità della fornitura di prodotti
    Forniremo prodotti e servizi essenziali per preservare il normale funzionamento della società.
    Rafforzeremo le catene di fornitura per permettere la ripresa della fabbricazione dei prodotti essenziali.
  • Sostegno della comunità locale.
    Offriremo il nostro aiuto per garantire la sicurezza, l'assistenza e la ricostruzione delle regioni vicine.

Gestione della continuità del business (BCM) del Gruppo Nitto

Seguendo le quattro regole base del ciclo PDCA, svolgiamo le attività di gestione della continuità del business (BCM) mantenendo una stretta connessione tra l'attenuazione degli incidenti (prevenzione dell'incidente e sforzi per minimizzare i danni) e il rapido recupero.

*Gestione della continuità del business (BCM) L'intero sistema di gestione, dalla generazione e implementazione del BCP alla revisione.

*Piano di continuità del business (Business Continuity Plan) (BCP): Un piano operativo durante le situazioni critiche per assicurare la continuità del business.

*Dal sommario delle linee guida per la stesura del piano di continuità del business, fornito dal Ministero di economia, commercio e industria (Ministry of Economy, Trade and Industry (METI)) e dall'Ufficio della politica del commercio e dell'informazione.

Sforzi di prevenzione di incidenti e di mitigazione dei danni.

Le misure di prevenzione degli incidenti vengono attuate in previsione dei danni causati da terremoti di vaste proporzioni, da incendi, alluvioni, fulmini, nuova epidemia d'influenza ecc. Per ogni tipo di incidente è stato formulato un piano operativo d'emergenza e tutti i dipendenti ricevono formazione e training per casi di questo tipo. Nel 2012, come preparazione per un eventuale terremoto a Nankai Trough, il top management delle società esistenti nelle aree ad alto rischio hanno partecipato a iniziative formative sulla prevenzione incidenti. I problemi e le questioni affrontati in questo tipo di occasioni formative vengono usati per guidare le attività del comitato BCM in tutte le evenienze.

Training di prevenzione incidenti, tenuto presso la sede principale

Stabilimento di Toyohashi: Training di prevenzione incidenti

Training di prevenzione incidenti, luoghi di riparo nella sede principale

Stabilimento di Toyohashi: Training di prevenzione incidenti

Sforzi per un rapido recupero

Vengono chiarite le attività principali e i compiti importanti del Gruppo, vengono fissati gli obiettivi di tempo per il ripristino e viene formulato un piano operativo; vengono inoltre confermati i danni e si prende contatto con i clienti. Viene formulato un piano operativo comune basato su problematiche comuni, che hanno tutte come obiettivo la condivisione del business e dei compiti, ma anche piani individuali, formulati sulla base di esigenze individuali per funzioni come l'IT e la distribuzione.

I piani operativi di emergenza vengono periodicamente testati attraverso la formazione per la prevenzione di incidenti e vengono apportati miglioramenti sulla base dei risultati. Anche i business e le azioni importanti vengono rivisti periodicamente.

  

Contattaci

Business Hours (WET)
8:00h-17:00h(Except for Sat, Sun, and Holidays)

Torna ad inizio pagina